I “fondi avvoltoio” di Goldman Sachs raccolgono 465 milioni di euro su prestiti irlandesi in difficoltà.

Condividi !

Tre filiali irlandesi di Goldman Sachs hanno raccolto più di 465 milioni di euro su prestiti immobiliari irlandesi in difficoltà nel 2018, riporta il quotidiano irlandese The Irish Time. Tra questi, Ennis Property Finance, uno dei fondi più attivi nel portare in tribunale i mutuatari irlandesi.

I tre principali “fondi avvoltoio” irlandesi di Goldman Sachs hanno raccolto l’anno scorso più di 465 milioni di euro da mutuatari locali su mutui immobiliari in difficoltà, che il gigante di Wall Street ha acquistato dalle banche irlandesi durante la crisi.

Cancellazione della svalutazione di 41M

Le filiali Goldman – Ennis Property Finance, Beltany Property Finance e Liffey Acquisitions, proprietarie di Kenmare Property Finance – hanno depositato i risultati finanziari del 2017.

I conti mostrano che gli “avvoltoi” di Goldman hanno registrato un totale di 41,5 milioni di EUR di cancellazione delle svalutazione, vale a dire rivalutazioni al rialzo del valore di un’attività precedentemente svalutata.

I forti recuperi sono generalmente indici del fatto che il mercato dei beni immobili sottostante è diventato molto più dinamico da quando l’acquirente ha acquistato i prestiti; si tratta essenzialmente di una misura parziale di un’operazione ricevuta da Goldman.

74 M€ in interessi, 0€ in tasse!

La maggior parte del lavoro che ha rappresentato i due terzi dell’importo raccolto dai fondi, è stato svolto da Ennis. Nel 2015, quest’ultimo ha acquistato una parte del grande portafoglio dei prestiti commerciali misti dei Lloyd’s Project Poseidon.

Ennis ha incassato 74 milioni di euro di interessi, per il conto del fondo avvoltoio Goldman Sachs, da mutuatari irlandesi nel 2017, secondo le loro finanze, ma non ha pagato alcuna tassa perché è strutturata per realizzare poco o addirittura nessun beneficio.

Ennis è uno dei fondi più attivi nel portare in tribunale i mutuatari irlandesi. Secondo i documenti ufficiali, quest’ultimo ha già richiesto 66 sentenze sommarie dell’Alta Corte contro i mutuatari.

Ha anche intrapreso un’azione legale contro Alan Hynes, contabile di Wexford e ha già cercato di riprendersi il Clifton Court Hotel di Dublino.

Liffey, che si unisce a Kenmare Property Finance, ha acquistato 200 milioni di euro di vecchi prestiti dalla Anglo Irish Bank durante la recessione e ha già adottato misure coercitive contro mutuatari come Blarney Woollen Mills. L’anno scorso, Liffey ha raccolto quasi 52 milioni di euro per il conto di Goldman da mutuatari irlandesi.

Beltany era l’unità irlandese che Goldman Sachs utilizzava per acquisire prestiti bancari da diversi importanti costruttori e sviluppatori irlandesi come Twinlite e il gruppo Rhatigan. Lo scorso anno, i conti mostrano che Beltany ha raccolto 105,8 milioni di euro. Ha inoltre riacquistato altri prestiti nel 2017, aggiungendo 178 milioni di euro al suo portafoglio.

I conti mostrano anche che nelle ultime settimane Beltany ha prestato denaro ad una delle società americane Goldman per effettuare nuovi investimenti. Nel mese di maggio, i conti di Ennis mostrano che ha anche concluso un’unica vendita di 43 milioni di euro dal suo portafoglio dei prestiti irlandesi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: