Come un gruppo di hedge fund ha sfruttato i piani pensionistici pubblici del Kentucky

Condividi !

La volontà del Kentucky di scommettere massicciamente su investimenti alternativi ad alto rischio per le sue pensioni ha reso lo stato un bersaglio facile per i lupi di Wall Street. Torniamo sui recenti avvenimenti che continuano a pesare fortemente sui fondi pensione del Kentucky.

Nell’aprile 2008, un consulente d’investimento di lunga data di nome Chris Tobe è stato nominato nel Consiglio di Amministrazione che presiede il Kentucky Retirement Systems, il fondo pensione che gestisce le pensioni dei vigili del fuoco, della polizia e di altri dipendenti governativi. In meno di un anno, i suoi colleghi hanno nominato il signor Tobe a capo del comitato di sei persone che supervisiona gli investimenti, diventando l’unico membro del comitato con una reale esperienza di investimento. Questo esperimento si è concluso male. “Ho iniziato a fare domande quando la situazione si è confusa”. dice Tobe. “E si è tenuta una riunione segreta durante la quale hanno votato per licenziarmi.”

  200 milioni di investimenti in Arrowhawk Capital Partners

Parecchie settimane dopo il suo licenziamento, gli altri membri del comitato hanno approvato un investimento di 200 milioni di dollari in un fondo hedge chiamato Arrowhawk Capital Partners. Tobe, pur rimanendo nel consiglio di amministrazione, ha saputo del caso solo dopo il fatto, leggendo la rivista Pensions & Investments.

Negli anni successivi a questo grande teatrino, i piani pensionistici pubblici del Kentucky caddero nella crisi finanziaria, una crisi che minacciava di avere ripercussioni in tutto lo stato. “Le contee rurali povere del Kentucky hanno due grandi motori economici”, ha detto Jim Wayne, rappresentante dello stato. “Uno è il sistema scolastico e l’altro è il tribunale. La maggior parte di essi non ha nessun’altra industria. “Delle 120 contee del Kentucky, Wayne ha detto: “I posti di lavoro governativi sono il primo datore di lavoro. Nel 2016, Standard & Poor’s ha dichiarato che il Kentucky è il sistema pensionistico pubblico a capitalizzazione peggiore del paese. All’epoca, il governo rispettava solo il 37,4% del suo obbligo di finanziamento vale a dire la metà della mediana nazionale del 74,6%.

Un intermediario pagato ” oltre 2 milioni di dollari”

Tobe non aveva mai sentito parlare di Arrowhawk e ha capito subito il perché: Arrowhawk era un nuovo fondo il cui primo investitore era Kentucky Retirement Systems. Durante il suo mandato, lo staff di KRS (Kentucky Retirement Systems) ha proposto di trasferire il 5% – circa 650 milioni di dollari – del patrimonio pensionistico totale, per poi investirlo quasi interamente in una combinazione di azioni ed obbligazioni, in grandi “fondi di fondi” – mezzi che consentono agli investitori di acquistare una varietà di hedge fund, piuttosto che rischiare tutto in un unico fondo. Nel 2009, invece, lo staff aveva indirizzato il comitato di investimento verso un fondo senza precedenti. Tobe ha insistito sulla questione in diverse riunioni pubbliche del consiglio di amministrazione del KRS e infine, nel 2010, un audit interno ha rivelato che Arrowhawk ha pagato più di 2 milioni di dollari ad un intermediario di nome Glen Sergeon per avere il Kentucky come cliente.

Il direttore esecutivo del Kentucky Retirement Systems David Eager parla con il consiglio pensionistico lunedì a Francoforte. (Kentucky oggi/Tom Latek)

Il direttore degli investimenti della KRS si è dimesso durante l’indagine (per ottenere un posto di direttore generale nel settore privato di una grande società di consulenza in materia di investimenti). “La cattiva pubblicità e la cattiva performance hanno segnato il destino di Arrowhawk“, scrive Tobe nel suo libro autoprodotto, “Kentucky Fried Pensions. “Due anni e mezzo dopo che il Kentucky ha scelto l’azienda per il suo primo investimento in un fondo hedge, Arrowhawk ha chiuso i battenti.

     Agenti d’investimento legalmente accettati in hedge fund

Sono seguiti ulteriori investimenti in hedge fund e la “firma” del Sergeon è stata di nuovo apposta su alcuni di essi. In tutto, secondo un’indagine condotta dal revisore dei conti dello Stato, sette società di gestione finanziaria hanno pagato a Sergeon un totale di 5,6 milioni di dollari per convincere i funzionari della KRS ad affidare loro dei fondi pensione. Tra questi Crestview Partners, un altro hedge fund relativamente nuovo, che ha contribuito con 1,1 milioni di dollari alla società di Sergeon. I critici sostengono che il successo di molti agenti di collocamento, chiamati anche intermediari come Sergeon, dipende dalla loro volontà di impegnarsi in varie forme di compensazione, sia contribuendo alle campagne politiche dei funzionari che incidono sulle pensioni, sia offrendo loro un’occupazione retribuita, dei servizi di consulenza o dei prestiti. Ma nel Kentucky, come nella maggior parte degli stati, è perfettamente legale per gli hedge fund o le società di private equity assumere agenti di collocamento – a condizione che non vengano sorpresi a infrangere una regola abbastanza recente che impedisce loro di dare donazioni o benefici finanziari direttamente ai funzionari pubblici, mentre questi ultimi sono in grado di inviare centinaia di milioni di dollari ai loro clienti.

   In 6 anni: 12 milioni di dollari ricevuti dagli agenti di collocamento

Tobe sospetta che gli agenti di collocamento abbiano infranto le regole del Kentucky. Nel 2010, ha presentato una denuncia formale alla Securities and Exchange Commission in merito all’indebita influenza degli agenti di collocamento nello Stato. Dall’audit interno è emerso che in questo stato di medie dimensioni, in soli cinque anni, dal 2004 al 2009, gli agenti di collocamento hanno ricevuto quasi 12 milioni di dollari per dirigere le attività della KRS verso i clienti. Una società di investimento, Park Hill Group, filiale fino al 2015 di Blackstone, un gigante globale del private equity, ha ricevuto 3,8 milioni di dollari in commissioni tra il 2005 e il 2008. Insieme, Blackstone e Park Hill impiegano sei lobbisti a Francoforte, la capitale dello stato. In totale, secondo l’indagine condotta dal revisore dei conti dello Stato, gli agenti di collocamento hanno ottenuto 1,3 miliardi di dollari in investimenti per i loro clienti di Wall Street. Eppure, spiega Chris Tobe, “questi primi investimenti non hanno prodotto i rendimenti promessi all’inizio”. 

Il 29% dei fondi KRS investiti in hedge fund! 

Nonostante gli scandali e gli scarsi risultati, il personale, con la benedizione dei fiduciari, ha iniettato ancora più fondi pensione governativi in investimenti alternativi, inclusi gli hedge fund e i private equity. Il 5% per gli hedge fund è raddoppiato al 10%; ulteriori fondi sono stati investiti in private equity. Oggi, il 29% dei fondi della KRS sono impiegati in investimenti alternativi, ben al di sopra della media nazionale.

“La cosa più importante che facciamo come fiduciario è diversificare i nostri beni”, ha detto Richard Robben, il gestore degli investimenti ad interim di KRS. Per Robben, le alternative arricchiscono il fondo pensione con17 miliardi di dollari che altrimenti avrebbe tutto il suo denaro in azioni, obbligazioni o conti sul mercato monetario. È come diceva la nonna: “Non mettete tutte le vostre uova in un solo cestino.”

Tuttavia, la forte dipendenza del Kentucky dalle soluzioni alternative ha implicato costi elevati. Gli hedge fund e i fondi di private equity richiedono generalmente “2 e 20” – 2% di ogni dollaro investito, più una quota del 20% degli utili. Ciò equivale ad una commissione circa dieci volte superiore a quella che un fondo pensione pagherebbe per investire in un fondo comune di investimento. Nel 2009, quando ha iniziato a investire in hedge fund, la KRS ha pagato 13,6 milioni di dollari in commissioni di gestione annuali. Cinque anni dopo, secondo uno studio commissionato da KRS, questa cifra era salita a 126 milioni di dollari, più del doppio di quanto dichiarato pubblicamente nei documenti del 2014. E questa cifra elevata non ha ancora raggiunto il 20% delle commissioni di performance che gli hedge funds e i fondi di private equity raccolgono – a volte molti anni dopo la vendita di una società di successo – prima di distribuire gli utili agli investitori.

Graphique_évolution

Il Kentucky Employees Retirement System che fornisce pensioni a molti pensionati del governo del Kentucky, ha solo il 12,9% del denaro di cui dovrebbe avere bisogno per il futuro.

Lo stesso studio ha evidenziato un secondo costo: le scommesse sulle alternative si sono rivelate un cattivo investimento. Se KRS avesse semplicemente eguagliato il rendimento del fondo pensione mediano nei cinque anni che terminano a dicembre 2014, il piano pensionistico avrebbe generato guadagni aggiuntivi di 1,75 miliardi di dollari. Se avesse investito in un fondo indicizzato basilare corrispondente al Russell 1000 (le migliori 1000 azioni del Russell 3000), KRS avrebbe guadagnato altri 9 miliardi di dollari. Investire persino l’intero fondo pensione in un fondo obbligazionario a lungo termine – per quanto sicuro possa essere, a meno che non abbia lasciato tutto in contanti – avrebbe generato centinaia di milioni di dollari in profitti aggiuntivi in quei cinque anni.

KRS “il fondo pensione più corrotto e incompetente degli Stati Uniti”, Susan Webber, ex dipendente di Goldman Sachs.

Eppure e per quanto incredibile possa sembrare, KRS ha continuato a investire massicciamente in soluzioni alternative. Solo nel 2017 il Consiglio di amministrazione di KRS ha deciso di ridurre la sua partecipazione negli hedge fund. Tuttavia, il fondo continua a investire massicciamente in private equity. “C’è questo atteggiamento di dire amen a tutto” in Kentucky”. dice Chris Tobe, una strategia che comporta l’assunzione di maggiori rischi nella speranza di colmare i grandi deficit dei piani pensionistici. “Ma per me, si tratta soprattutto di corruzione politica. “Non è solo in questa ottica. L’ex banchiere di Goldman Sachs, Susan Webber, scritto da Yves Smith sul sito finanziario del Naked Capitalism, ha descritto KRS come “un concorrente sia per il titolo del fondo pensione pubblico più corrotto e incompetente degli Stati Uniti”. Smith sostiene che il fondo pensione del Kentucky è così profondamente sottofinanziato “in gran parte a causa del suo discutibile rapporto con gli agenti di investimento, che a loro volta sembrano aver avuto un ruolo nell’investimento del Kentucky Retirement Systems in fondi di private equity e fondi hedge.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: