Quando il ministro delle finanze irlandese nega di essere a conoscenza dei mutui PTSB detenuti da Fondi Avvoltoio.

Condividi !

La banca irlandese PERMANENT TSB ha venduto il suo controverso portafoglio prestiti Project Glas ad una filiale del fondo Avvoltoio Lone Star per circa 1,3 miliardi di euro. Nel settembre 2018, il ministro delle Finanze Paschal Donohoe ha detto di non sapere quanti mutui sono stati venduti ai fondi avvoltoio, nonostante detenesse il 75% delle azioni di Permanent TSB!

Interrogato sulla vendita di mutui ipotecari, Paschal Donohoe, che detiene il 75% della Irish Permanent TSB Bank (PTSB), nega di essere a conoscenza di queste informazioni.

In una risposta scritta a un’interrogazione della parlamentare socialdemocratica Catherine Murphy, Paschal Donohoe ha dichiarato:

“Il mio dipartimento non dispone delle informazioni richieste (…..) Il mio dipartimento ha contattato il PTSD e ha fornito la seguente risposta: Per quanto riguarda la composizione del portafoglio per tipologia di credito (variabile, fisso e tracker), essa riflette la composizione complessiva del portafoglio crediti complessivo della Banca”.

La Start Mortgages che è collegata al fondo avvoltoio americano Loan Star, ha acquisito quasi 11.000 proprietà nell’ambito del controverso accordo con la PTSB.

“Ottenere informazioni su questo è come cercare di attraversare il muro di Berlino” Catherine Murphy, deputata socialdemocratica.

Il deputato Murphy ha denunciato l’approccio del ministro delle finanze dicendo: “Ottenere informazioni su questo è come cercare di attraversare il muro di Berlino”.

Anche se il ministro Donohoe dice di non sapere quante ipoteche sono state vendute, ammette di poter incontrare di persona il capo della banca e di poter porre domande sui fondi avvoltoio.

“Di tanto in tanto incontro personalmente gli amministratori delegati di ogni banca e le vendite dei prestiti saranno rimesse all’ordine del giorno, se necessario”, ha detto.

Insiste inoltre sul fatto che non sa ancora quali prestiti la banca ha venduto, anche se è l’azionista di maggioranza.

Il portavoce delle finanze Michael McGrath dice: “Il ministro si presenta come uno spettatore in tutto questo processo e, per caso, non fa notare che la banca gli ha già chiesto o gli chiederà formalmente la sua opinione.”

7.400 ipoteche su immobili di proprietà

PERMANENT TSB ha venduto il suo controverso portafoglio prestiti Project Glas ad una filiale del fondo avvoltoio Lone Star per circa 1,3 miliardi di euro. Il portafoglio comprende 10.700 crediti immobiliari, che la banca ha definito “crediti in sofferenza”.

Un totale di 7.400 sono ipoteche di proprietari-occupanti, mentre 3.300 sono immobili con acquisto a riscatto.

Il PTSB, di proprietà statale al 75%, ha già difeso il suo piano di vendita del prestito Project Glas.

Contratti ipotecari respinti in caso di vendita

Nel febbraio 2018, il ministro delle finanze Paschal Donohoe ha dichiarato di essere a conoscenza delle preoccupazioni di alcuni proprietari di case che hanno stipulato un accordo di mutuo con il PTSB e che i loro contratti potrebbero non essere onorati dall’acquirente del portafoglio prestiti.

All’epoca, ha sottolineato che alcuni proprietari che avevano già preso accordi con la banca per rimborsare il loro debito, come gli accordi di mutui ipotecari frazionati, potrebbero vedersi rifiutare il contratto in caso di vendita dei prestiti.

Il ministro non ha negato che si trattasse di una possibilità, affermando:

“Sono molto consapevole, come lei ha sottolineato, che ci saranno persone che hanno rinnovato i loro mutui e che dovranno impegnarsi nuovamente con il finanziatore e sono consapevole della preoccupazione che avranno”.

Famiglie irlandesi “gettate agli avvoltoi”

L’Irish Mortgage Holders’ Organisation (IMHO) ha condannato la vendita, affermando che è “scandaloso che le famiglie irlandesi siano state gettate agli avvoltoi da una banca che esiste solo grazie al sostegno statale e ai fondi dei contribuenti”.

“Oggi, è un disastro per le famiglie che hanno cercato di impegnarsi con la banca e hanno trovato la PTSB riluttante ad accettare ristrutturazioni di prestiti, restando alla mercé di Loan Star”, spiega il gruppo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: