Condividi !

A quattro mesi dalla loro unione forzata, continuano a spuntare attacchi tra il fondo americano Elliott e Vivendi, entrambi membri del consiglio di amministrazione di Telecom Italia. Il 5 settembre il gruppo di Vincent Bolloré ha diffuso un comunicato stampa in cui denuncia la “disastrosa gestione di Telecom Italia” da parte del fondo americano.

Lunedì 10 settembre, Elliott è uscito dal suo silenzio dichiarando: “Come può Vivendi sfuggire alle proprie responsabilità quando è in campo da così tanto tempo? ” e insistendo sul fatto che è stato il gruppo francese a nominare l’attuale amministratore delegato, israelo-brasiliano, Amos Genish.

Infine, il fondo sottolinea che non ha mai promesso di raddoppiare il prezzo delle azioni, come sosteneva Vivendi, ma solamente di aumentare i titoli, a condizione che le proprie raccomandazioni siano adottate. Tale decisione non è stata ancora adottata dal consiglio di amministrazione. 
“Stiamo realizzando un piano ideato e approvato da Vivendi”, ha dichiarato, venerdì 7 settembre, il presidente di Telecom Italia, Fulvio Conti, che è stato nominato da Elliott.

38% di perdita sul mercato azionario

Il 4 maggio Vivendi, primo azionista di Telecom Italia con una quota del 24%, ha perso la maggioranza nel Consiglio di Amministrazione a favore di Elliott. Il gruppo francese non esclude la convocazione di una nuova assemblea generale al fine di allontanare questo sgradevole azionista dal gruppo. A questo punto nessuna decisione sembra essere stata presa.

Da quando è giunto Elliott, i titoli di Telecom Italia hanno registrato un calo del 38% sul mercato azionario. Più che una cattiva gestione, questo crollo è dovuto soprattutto all’arrivo dell’Iliad (il cui fondatore, Xavier Niel, è azionista di Le Monde) sul mercato italiano il 29 maggio. In pochi mesi, il marchio francese ha conquistato 2 milioni di clienti grazie alla riduzione dei prezzi della telefonia mobile. “Finora, Telecom Italia è stata abbastanza resistente rispetto a Vodafone e Wind Tre. Ma l’Iliade ha danneggiato il mercato della telefonia mobile. Per quanto tempo Telecom Italia potrà resistere? “Si chiede Stéphane Beyazian, analista di Raymond James.

Fonte la SEC

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.