Condividi !

Lee Buchheit, l’avvocato di Cleary Gottlieb, va in pensione. Odiato dai creditori, ha fornito consulenza a molti governi e ha dato forma alle tecniche di ristrutturazione del debito.

E’ la fine di uno dei capitoli più importanti del mondo del debito. L’uomo che da oltre quarant’anni fornisce consulenza agli Stati in fallimento va in pensione. Il suo nome: Lee Buchheit, una delle stelle del prestigioso studio legale americano Cleary Gottlieb. A 68 anni, il veterano dei mercati emergenti, che ha messo il suo genio al lavoro della Grecia, la Russia, l’Iraq e molti altri paesi in difficoltà, ha annunciato il suo ritiro. Ha detto ai suoi clienti che continuerà a “seguire da vicino l’evoluzione dei mercati finanziari”.


L’avvocato Lee Buchheit

Un regalo all’opposizione venezuelana

L’avvocato, che ha lavorato dietro le quinte per l’Argentina, se ne va, mentre sta emergendo il caso di ristrutturazione del debito più complesso della storia: il Venezuela. Lee Buchheit deve averci pensato quando ha visto gli eventi in accelerazione a Caracas. Tuttavia, lascia una proposta, che ha scritto a novembre.

“È un tipo di regalo che fa all’opposizione venezuelana quando ci sarà un cambio di regime”, spiega il professore di diritto Mitu Gulati, co-autore del rapporto. Sulla base della soluzione di Lee Buchheit per l’Iraq, i due esperti hanno sviluppato un’argomentazione legale secondo cui il Presidente degli Stati Uniti avrebbe avuto il diritto di intervenire per facilitare una rinegoziazione dei termini di rimborso tra Caracas e i suoi creditori.

“Lee Buchheit è uno dei maggiori specialisti del debito, ma che incarna il sistema americano”, strilla un avvocato, che interviene nelle cause internazionali. “Rappresenta il vecchio sistema, soprattutto di fronte all’ascesa della Cina”. Infatti, l’uomo, i cui baffi sottili e il cui sorriso caldo ci ricordano Walt Disney, appartiene ad uno studio che ha convertito molti stati fragili alla legge di New York e alle clausole finanziarie “made in America”. Mitu Gulati considera la critica dura. “Si è distinto per la sua capacità di adattarsi a tutte le situazioni e di proporre soluzioni innovative”. Un esempio: l’avvocato ha avuto l’idea di inserire retroattivamente nel debito greco pillole anti-creditori recalcitranti. Una strategia che ha permesso ad Atene, nel 2012, di procedere alla più importante cancellazione dei debiti della storia. L’episodio è stato un incubo per banche e fondi intrappolati.

Un grande esperto dei fondi “avvoltoio”

“Tutta la pratica moderna della ristrutturazione del debito porta il suo marchio”, dice Mitu Gulati. Viene ascoltato da leader politici, professionisti e accademici. “Il nome di Lee Buchheit risuona fino al FMI, dove negli ultimi anni è stata condotta una guerra contro i cosiddetti fondi “avvoltoio”. Questi investitori, che, come Elliott, acquistano debiti da paesi in difficoltà e li denunciano, sono quelli che l’avvocato ha combattuto più duramente. Colui che ha iniziato la sua carriera consigliando uno di loro, Kenneth Dart, li conosce meglio di chiunque altro.

L’odio dei fondi avvoltoio e dei creditori è la prova migliore delle sue capacità. “È odiato dai mercati”, dice Genet, che ha consigliato i fondi. “Dimostra un immenso talento nell’aiutare gli Stati a rinnegare i loro impegni contrattuali”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.