Condividi !

Dopo aver acquisito una partecipazione in Valeo a fine marzo, la Banque publique Bpifrance ha annunciato di aver aumentato la propria partecipazione al 5,2% attraverso l’acquisto di azioni. Il governo francese diventa il primo azionista del produttore francese di attrezzature.

L’Amministratore Delegato di Bpifrance ha dichiarato di sostenere l’attuale strategia di Valeo e che l’acquisizione di una partecipazione non intende rimettere in discussione il suo management.

Con questa nuova operazione, Bpifrance aumenta la partecipazione del governo francese in Valeo al 7,34%, combinando quella della Caisse des dépôts et consignations.

Il governo francese diventa così il maggiore azionista di Valeo, davanti al fondo americano Harris Associates e al fondo norvegese Norges Bank Investment. Bpifrance dovrebbe avere un seggio nel consiglio di amministrazione del gruppo nelle prossime settimane.

Risultati trimestrali in linea con il consensus


Indebolita dal calo del prezzo del titolo e dalla sua elevata volatilità (è sceso del 40% negli ultimi dodici mesi), Valeo ha pubblicato la scorsa settimana un calo dello 0,8% delle vendite trimestrali e del 3% a perimetro costante, risentendo del rallentamento globale dell’industria automobilistica, con un calo del 7% della produzione.

Tuttavia, con risultati superiori a quelli del mercato, questi risultati sono stati in linea con il consenso e hanno permesso a Valeo di confermare i suoi obiettivi annuali. La pubblicazione è stata accolta positivamente dagli investitori e dalle raccomandazioni degli analisti.

Il ministro francese dell’economia Bruno Lemaire lo ha annunciato all’inizio di aprile: il governo francese ha deciso di fare un passo avanti in risposta al desiderio sempre più forte dei fondi attivisti di sostenere i gruppi francesi.

Molti di loro sono stati sottoposti a tali pressioni negli ultimi mesi: Valeo ma anche Pernod Ricard con il fondo Elliott, Scor con Ciam e Lagardère, in cui Amber Capital detiene oggi più del 5% del suo capitale.

2 miliardi di euro di riserve per Bpifrance


Per calmare il loro entusiasmo, Bruno Lemaire ha annunciato la preparazione nei prossimi mesi di una serie di strumenti per proteggere le imprese da questi fondi attivisti.

“Se ci sono casi in cui gli investimenti di fondi possono essere utili per migliorare le prestazioni aziendali, i fondi attivisti che distruggono il valore devono essere combattuti”, ha detto a Reuters a margine di una riunione dei ministri delle finanze dell’Unione Europea a Bucarest, in Romania.

Da parte sua, Bpifrance ha annunciato a fine marzo di disporre di una riserva di liquidità di quasi due miliardi di euro per far fronte agli attacchi dei fondi attivisti contro alcune società francesi ritenute strategiche.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.